Tu sei qui:HomeCollaneStrumenti per la didattica e la ricercaAssoggettamento e passioni nel pensiero politico di Judith Butler

Assoggettamento e passioni nel pensiero politico di Judith Butler

Chiara Mastroberti ripercorre i momenti più decisivi dell'opera di Judith Butler con l'intento di approfondirne il pensiero in merito al rapporto tra assoggettamento politico e passioni individuali. Rileggendo La vita psichica del potere e Parole che provocano (1997), passando per Vite precarie (2004) e Critica della violenza etica (2005), l'autrice analizza la trattazione butleriana di paura, paranoia, melanconia e desiderio, inquadrandola nella più ampia riflessione etico-politica della filosofa. Al centro di questa riflessione è la dialettica della “vita psichica”, oscillante tra adesione e resistenza alla norma sociale: proprio le passioni sono la chiave di lettura di questo testo per comprendere l'origine e il limite del soggetto contemporaneo, la sua "passività" e il segreto della sua sopravvivenza.

Leggi tutto

Supporti disponibili

Anno di edizione: 2016

Pagine: 219

e-ISBN: 978-88-6453-300-1