Book chapter

L’Alto e il Basso

Giorgio Mangani
University of Bologna, Italy - ORCID: 0000-0003-1957-3549


ABOUT THIS CHAPTER

The essay considers Massimo Quaini’s full scientific production and tries envisioning some episthemological characters of his work, also catching a possible evolution of his geographical thinking and cultural engagement.
Read more

Keywords: critical geography; high and low; nature/culture; Franco Farinelli; Lucio Gambi

Formats

PDF

Pages: 3-33

Published by: Firenze University Press

Publication year: 2021

DOI: 10.36253/978-88-5518-322-2.03

Download PDF

© 2021 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

XML

Publication year: 2021

DOI: 10.36253/978-88-5518-322-2.03

Download XML

© 2021 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

References

  1. Casti E. (2013), Cartografia critica. Dal Topos alla Chora, Guerrini, Milano.
  2. Certeau (de) M. (1980), L’invention du quotidien, Union Générale d’éditions, Paris.
  3. Dansero E., Di Meglio G., Donini E., Governa F., a cura di (2007), Geografia, società, politica. La ricerca in geografia come impegno sociale, Franco Angeli, Milano.
  4. Farinelli F. (1975), Recensione a Marxismo e geografia, Rivista Geografica Italiana, vol. 82, n. 3, pp. 285-287.
  5. Farinelli F. (1989), Pour une théorie générale de la géographie, Département de Géographie - Université de Genève, Genève.
  6. Farinelli F. (2003), Geografia. Un’introduzione ai modelli del mondo, Einaudi, Torino.
  7. Farinelli F. (2006), “A proposito di Geografia Democratica”, Rivista Geografica Italiana, n. 113, pp. 163-165.
  8. Farinelli F. (2009a) La crisi della ragione cartografica, Einaudi, Torino.
  9. Farinelli F. (2009), La raison cartographique, CTHS, Paris.
  10. Farinelli F. (2013), “Gambi, Lucio”, in Enciclopedia Italiana, <https://www.treccani.it/enciclopedia/lucio-gambi_%28Il-Contributo-italiano-alla-storia-del-Pensiero:-Storia-e-Politica%29/> (09/2020).
  11. Gambi L. (1973), Una geografia per la storia, Einaudi, Torino.
  12. Gambi L. (1987), “Considerazioni a chiusura”, in AA.VV., “Cartografia e istituzioni in età moderna”, Atti del Convegno (Genova, Imperia, Albenga, Savona, La Spezia 3-8 Novembre 1986), Atti della Società Ligure di Storia Patria, n.s., vol. 27, n. 2, pp. 847-858.
  13. George P. (1988), L’organizzazione sociale ed economica degli spazi terrestri, Franco Angeli, Milano.
  14. Governa F. (2014), Tra geografia e politiche. Ripensare lo sviluppo locale, Donzelli, Roma.
  15. Guermandi M.P., Tonet G., a cura di (2008), La cognizione del paesaggio. Scritti di Lucio Gambi sull’Emilia Romagna e dintorni, IBC, Bologna.
  16. Harvey D. (1973), Social justice and the city, Johns Hopkins University Press, Baltimore-London.
  17. Harvey D. (1982), The limits to capital, Blackwell, Oxford.
  18. Lacoste Y. (1978), “Pourquoi Hérodote?”, Hérodote/Italia, n. 0 (Novembre), pp. 18-76.
  19. Lacoste Y. (1989), Crisi della geografia, geografia della crisi, a cura di P. Coppola, Franco Angeli, Milano.
  20. Latour B. (1995), Non siamo mai stati moderni. Saggio di antropologia simmetrica, Elèuthera, Milano.
  21. Latour B. (1999), Pandora’s hope: essays on the reality of science studies, Harvard University Press, Cambridge Mass.
  22. Latour B. (2005), Il culto moderno dei fatticci, Meltemi, Roma.
  23. Mangani G. (1998), Il ‘mondo’ di Abramo Ortelio. Misticismo, geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi, Franco Cosimo Panini, Modena.
  24. Mangani G. (2006), Cartografia morale. Geografia persuasione identità, Franco Cosimo Panini, Modena.
  25. Mangani G. (2008), “Rintracciare l’invisibile. La lezione di Lucio Gambi nella storia della cartografia italiana contemporanea”, Quaderni Storici, vol. 43, n. 127 “Una geografia per la storia dopo Lucio Gambi”, pp. 177-205.
  26. Mangani G. (2017a), “Penser à travers les lieux: Michel de Certeau et la géographie”, in Giard L. (a cura di), Michel de Certeau. Le voyage de l’œuvre, Editions Facultés Jésuites de Paris, Paris, pp. 153-159.
  27. Mangani G. (2017b), “Pensare attraverso i luoghi. Michel de Certeau e la geografia”, in Gemignani C.A. (a cura di), Officina cartografica. Materiali di studio, Franco Angeli, Milano, pp. 33-43.
  28. Massey D. (2005), For space, Sage, London.
  29. Micelli F. (2015), “Geografie che hanno fatto la storia. Gli anni Ottanta”, Bollettino della Società Geografica Italiana, vol. 8, n. 4, pp. 617-627.
  30. Minca C., Bialasiewicz L. (2004), Spazio e politica. Riflessioni di geografia critica, Cedam, Padova.
  31. Moreno D., Quaini M. (1976), “Per una storia della cultura materiale”, Quaderni Storici, vol. 9, n. 31, pp. 5-37.
  32. O’ Tuathail G. (1996), Critical geopolitics: the politics of writing global space, University of Minnesota Press, Minneapolis.
  33. Quaini M. (1973), “Geografia storica o storia sociale del popolamento rurale?”, in Id., Moreno D. (a cura di), “Archeologia e geografia del popolamento”, Quaderni Storici, vol. 8, n. 24, pp. 691-744.
  34. Quaini M. (1974), Marxismo e geografia, La Nuova Italia, Firenze.
  35. Quaini M. (1975), La costruzione della geografia umana, La Nuova Italia, Firenze.
  36. Quaini M. (1978a), Dopo la geografia, Espresso Strumenti, a cura di U. Eco, Farigliano.
  37. Quaini M., - a cura di (1978b), Hérodote/Italia, n. 0.
  38. Quaini M. (1987), “A proposito di ‘scuole’ e ‘influssi’ nella cartografia genovese del Settecento e in particolare di influenze franco-piemontesi”, in Atti del Convegno “Cartografia e istituzioni in età moderna” (Genova, Imperia, Albenga, Savona, La Spezia 3-8 Novembre 1986), Atti della Società Ligure di Storia Patria, nuova serie, vol. 27, n. 2, pp. 783-802.
  39. Quaini M. (2002), La mongolfiera di Humboldt. Dialoghi sulla geografia ovvero sul piacere di cercare sulla luna la scienza che non c’è, Diabasis, Reggio Emilia.
  40. Quaini M. (2003), “Postmodernismo o rivisitazione critica della modernità? Ovvero è mai esistita una geografia veramente moderna?”, Bollettino della Società Geografica Italiana, serie XII, vol. 8, n. 4, pp. 981-988.
  41. Quaini M. (2005a), L’ombra del paesaggio. Orizzonti di un’utopia conviviale, Diabasis, Reggio Emilia.
  42. Quaini M. (2005b), “Geografia culturale o geografia critica? Per una discussione sulle più recenti mode culturali in geografia”, Bollettino della Società Geografica Italiana, serie XII, vol. 10, n. 4, pp. 881-888.
  43. Quaini M. (2006), “La veridica storia del signor Vetrata”, Rivista Geografica Italiana, vol. 113, n. 2, pp. 355-358.
  44. Quaini M. (2007a), “Aporie e nuovi percorsi nella storia della cartografia. In margine a due libri di Giorgio Mangani”, Rivista Geografica Italiana, vol. 114, n. 2, pp. 159-178.
  45. Quaini M. (2007b), “Riflessioni post-marxiste sul fantasma di Geografia Democratica”, in Dansero E., Di Meglio G., Donini E., Governa F. (a cura di), Geografia, società, politica. La ricerca in geografia come impegno sociale, Franco Angeli, Milano, pp. 241-254.
  46. Quaini M. (2007c), “Un ciliegio, il mito della natura e la carta geografica. Quale geografia umana per la pianificazione territoriale?”, in Casti E. (a cura di), Cartografia e progettazione territoriale. Dalle carte coloniali alle carte di piano, UTET, Torino, pp. 11-30.
  47. Quaini M. (2015), “Thomas Piketty, Michel Houellebecq, David Harvey: verso un rinnovato materialismo storico-geografico”, Rivista Geografica Italiana, vol. 122, n. 4, pp. 633-642.
  48. Rossi L. (2012), “Frammenti di una geografia degli anni Settanta”, in Dottorato in Geografia storica / Università degli studi di Genova (a cura di), Geografie in gioco. Massimo Quaini: pagine scelte, APM Edizioni, Carpi, pp. 79-90.

Export citation

Selected format

Cita come:
Mangani, G.; 2021; L’Alto e il Basso. Firenze, Firenze University Press.


Distributori


Indici e aggregatori bibliometrici