Book chapter

Sulla geograficità della ecologia storica: contributi di Massimo Quaini

Roberta Cevasco
University of Gastronomic Sciences of Pollenzo, Italy - ORCID: 0000-0002-6298-7424

Diego Moreno
University of Genoa, Italy


ABOUT THIS CHAPTER

The paper identifies the main contributions of Massimo Quaini to the problems of historical ecology in its South-European developments and to the definition of geographic-historical microanalysis within geography. It is on this ground that the work of the naturalists/ecologists has most dialogued with his geographical epistemology, starting from the dissatisfaction with the macro-categories of the global scale, the decontextualization of geographic facts and the problems of the “second biologization of the environment”, and drawing new perspectives for geographical action starting from the interpretation of rural and historical-environmental heritage.
Read more

Keywords: geographic-historical microanalysis; historical ecology; topographical scale; individual landscapes; terroirs

Formats

PDF

Pages: 245-258

Published by: Firenze University Press

Publication year: 2021

DOI: 10.36253/978-88-5518-322-2.17

Download PDF

© 2021 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

XML

Publication year: 2021

DOI: 10.36253/978-88-5518-322-2.17

Download XML

© 2021 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

References

  1. Agnoletti M., a cura di (2010), Paesaggi rurali storici. Per un catalogo nazionale, Laterza, Bari-Roma.
  2. Agnoletti M., a cura di (2013a), Italian historical rural landscapes. Cultural values for the environment and rural development, Springer, Dordrecht.
  3. Agnoletti M. (2013b), “Italian historical rural landscapes: dynamics, data analysis and research findings”, in Id. (a cura di), Italian historical rural landscapes. Cultural values for the environment and rural development, Springer, Dordrecht, pp. 3-87.
  4. Bertrand C., Bertrand G. (2002), Une géographie traversière. L’environnement à travers territoires et temporalités, Arguments, Paris.
  5. Cevasco R. (2013), “Sulla rugosità del paesaggio”, Etudes de lettres, n. 1-2/2013 “Entre espace et paysage, regards croisés”, pp. 323-344.
  6. Cevasco R., Tigrino V. (2008), “Lo spazio geografico concreto: una discussione tra storia politico-sociale ed ecologia storica”, Quaderni Storici, n. 127, pp. 207-242.
  7. Dematteis G. (2008), “Nuovi percorsi della geografia umana in una storia non lineare”, Quaderni Storici, n. 127, pp. 15-32.
  8. Ferraro G. (1998), Rieducazione alla speranza. Patrick Geddes planner in India, 1914-1924, Jaca Book, Milano.
  9. Ferretti F. (2010), “Patrick Geddes (1854-1932)”, in Schmidt di Friedberg M. (a cura di), Cos’è il mondo? È un globo di cartone. Insegnare geografia fra Otto e Novecento, Unicopli, Milano.
  10. Gabellieri N., Pescini V., a cura di (2015), Biografia di un paesaggio rurale. Storia, geografia e archeologia ambientale per la riqualificazione di Case Lovara (promontorio del Mesco - La Spezia), Oltre Edizioni, Sestri Levante.
  11. Gambi L. (1956), Geografia fisica e geografia umana di fronte ai concetti di valore, Fratelli Lega, Faenza.
  12. Ginzburg C. (1979), “Spie. Radici di un paradigma indiziario”, in Gargani A. (a cura di), Crisi della ragione. Nuovi modelli nel rapporto tra sapere e attività umane, Einaudi, Torino, pp. 57-106.
  13. Grendi E. (1996), Storia di una storia locale. L’esperienza ligure 1792-1992, Marsilio, Venezia.
  14. Magnaghi A. (2014), “Il progetto della bioregione urbana. Regole statutarie e elementi costruttivi”, in Id. (a cura di), La regola e il progetto. Un approccio bioregionalista alla pianificazione territoriale, Firenze University Press, Firenze, pp. 3-42.
  15. Magnússon S.G. (2016), “Views into the fragments: an approach from a microhistorical perspective”, International Journal of Historical Archaeology, n. 20, pp. 182-206.
  16. Molinari C., Moreno D., Montanari C., Stagno A. (2010), “A plea for a (new) environmental archaeology: the use of the geographical historical microanalytical approach in mountain areas of NW Italy”, in Tzortzis S., Delestr X. (a cura di), Archéologie de la montagne européenne, Errance, Paris, pp. 75-83.
  17. Moreno D. (2019), “Entre géographie, écologie et histoire: pour une micro-analyse géographico-historique”, in Valette P., Carozza J.-M. (a cura di), Géohistoire de l’environnement et des paysages, CNRS éditions, Paris, pp. 27-29.
  18. Perullo N. (2020), Estetica ecologica. Percepire saggio, vivere corrispondente, Mimesis Edizioni, Milano.
  19. Poggi G. (1997), “Le pratiche di attivazione della copertura vegetale come oggetto geostorico. Dalla cartografia della vegetazione alla cartografia delle risorse vegetali”, in Galliano G. (a cura di), Rappresentazioni e pratiche dello spazio in una prospettiva storico-geografica, Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici - Brigati, Genova, pp. 139-152.
  20. Quaini M. (1983), “Appunti per una archeologia del ‘colpo d’occhio’. Medici, soldati e pittori alle origini dell’osservazione sul terreno in Liguria”, in Moreno D., Coveri L. (a cura di), Studi di etnografia e dialettologia ligure in memoria di Hugo Plomteux, SAGEP Editrice, Genova, pp. 107-116.
  21. Quaini M. (2002), La mongolfiera di Humboldt. Dialoghi sulla geografia ovvero sul piacere di cercare sulla luna la scienza che non c’è, Diabasis, Reggio Emilia.
  22. Quaini M. (2004), “La geografia. Una disciplina all’incrocio delle scienze naturali e umane”, in Assereto G. (a cura di), Tra i palazzi di via Balbi. Storia della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Genova, Società Ligure Storia Patria, Genova, pp. 51-157.
  23. Quaini M. (2005), “Geografia culturale o geografia critica? Per una discussione sulle più recenti mode culturali in geografia”, Bollettino della Società Geografica Italiana, s. XII, vol. 10, n. 4, pp. 881-888.
  24. Quaini M. (2006a), L’ombra del paesaggio. L’orizzonte di un’utopia conviviale, Diabasis, Reggio Emilia.
  25. Quaini M. (2006b), “Tra Sette e Ottocento: il viaggio e il nuovo paradigma della geografia”, in Rossi L., Papotti D. (a cura di), Alla fine del viaggio, Diabasis, Reggio Emilia, pp. 32-46.
  26. Quaini M. (2007a), “Nella scia di Patrick Geddes”, in Cevasco R., Memoria verde. Nuovi spazi per la Geografia, Diabasis, Reggio Emilia, pp. 283-286.
  27. Quaini M. (2007b), “Senso comune e/o sapere locale versus sapere scientifico”, in Balletti F. (a cura di), Sapere tecnico-sapere locale. Conoscenza, identificazione, scenari per il progetto, Alinea, Firenze, pp. 48-54.
  28. Quaini M. (2008a), “Premessa”, Quaderni Storici, vol. 43, n. 127 “Una geografia per la storia. Dopo Lucio Gambi”, pp. 3-13.
  29. Quaini M. (2008b), “Poiché niente di quello che la storia sedimenta va perduto”, Quaderni Storici, vol. 127, n. 1 “Una geografia per la storia”,, pp. 55-108.
  30. Quaini M., a cura di (2009), Rapporto annuale 2009. I paesaggi italiani. Fra nostalgia e trasformazione, Società Geografica Italiana, Roma.
  31. Quaini M. (2010), “Il tempo e lo spazio della collina e della montagna mediterranea”, in Rossi L., Cerretti L.E. (a cura di), Mediterranei, Diabasis, Reggio Emilia, pp. 214-228.
  32. Quaini M. (2013), “Per la storia e lo sviluppo del Dottorato in ‘Geografia storica’”, in Cevasco R. (a cura di), La natura della Montagna. Studi in ricordo di Giuseppina Poggi, Oltre Edizioni, Sestri Levante, pp. 189-203.
  33. Quaini M. (2014), “Le tre vie del paesaggio e il ‘ritorno del geografico’”, in Bonini G., Visentin C. (a cura di), Paesaggi in trasformazione. Teorie e pratiche della ricerca a cinquant’anni dalla Storia del paesaggio agrario italiano di Emilio Sereni, Compositori, Bologna, pp. 57-63.
  34. Quaini M. (2015), “Leggere il passato per progettare il futuro”, in Gabellieri N., Pescini V. (a cura di), Biografia di un paesaggio rurale. Storia, geografia e archeologia ambientale per la riqualificazione di Case Lovara (promontorio del Mesco - La Spezia), Oltre Edizioni, Sestri Levante, pp. 209-211.
  35. Quaini M. (2018),“Per un’archeologia della ecologia storica italiana. A proposito di rapporti tra geografia, ecologia e storia”, in Moreno D., Dal documento al terreno. Storia e archeologia dei sistemi agro-silvo-pastorali, Attualità di una proposta storica, nuova edizione a cura di C. Montanari e M.A. Guido, Genova University Press, Genova, pp. 289-304.
  36. Quaini M. (2020), Il filo della storia e la matassa della geografia. Paesaggi storico-geografici della modernità, Il Nuovo Melangolo, Genova.
  37. Raggio O. (2020), “Prefazione”, in Vaccarezza C. (a cura di), Il diario di Andrea Gagliardo. Tra ‘La Merica’ e la Fontanabuona (1888-1899), Oltre Edizioni, Sestri Levante.
  38. Rossi L., Papotti D.,a cura di (2006), Alla fine del viaggio, Diabasis, Reggio Emilia.
  39. Stagno A. (2013),“I progetti di ricerca del LASA (1992-2010)”, in Cevasco R. (a cura di), La natura della Montagna. Studi in ricordo di Giuseppina Poggi, Oltre Edizioni, Sestri Levante, pp. 273-328.
  40. Tigrino V. (2013), “Storia di un Seminario di Storia locale. Edoardo Grendi e il Seminario permanente di Genova (1989-1999)”, in Cevasco R. (a cura di), La natura della Montagna. Studi in ricordo di Giuseppina Poggi, Oltre Edizioni, Sestri Levante, pp. 207-228.
  41. Torre A. (2008), “Un ‘tournant spatial’ en histoire? Paysages, regards, ressources”, Annales HSS, n. 5, pp. 1127-1144.
  42. Vaccarezza C., a cura di (2020), Il diario di Andrea Gagliardo. Tra ‘La Merica’ e la Fontanabuona (1888-1899), Oltre Edizioni, Sestri Levante.

Export citation

Selected format

Cita come:
Cevasco, R.; Moreno, D.; 2021; Sulla geograficità della ecologia storica: contributi di Massimo Quaini. Firenze, Firenze University Press.


Distributori


Indici e aggregatori bibliometrici