Alle radici della moderna ingegneria

Export citation

Selected format

Usage statistics policy

  • 32Full-text Downloads

Cita come:
Edited by: Angotti, F.; Pelosi, G.; Soldani, S.; 2010; Alle radici della moderna ingegneria. Firenze, Firenze University Press.


Distributori


Indici e aggregatori bibliometrici

Alle radici della moderna ingegneria

Competenze e opportunità nella Firenze dell'Ottocento

Edited by:

Franco Angotti
University of Florence, Italy

Giuseppe Pelosi
University of Florence, Italy - ORCID: 0000-0003-4936-7658

Simonetta Soldani
University of Florence, Italy

+ More about the authors
DOI: 10.36253/978-88-6453-142-7 Series: Studi e saggi ISSN 2704-6478 (print) - ISSN 2704-5919 (online)

FUP Scientific Cloud for Books

© 2010 Author(s)
Published by Firenze University Press

Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

The subject around which the contributions in this volume gravitate is the creation of a higher institute of engineering studies in Florence in the late nineteenth-century. On the eve of the unification of Italy, Florence was a promising centre for a Polytechnic, in view of the experience of the Corpo di Ingegneri di Acque e Strade, the precocious railway building, the importance of the mining sector and the solidity of the Istituto Tecnico Toscano. Despite this, unlike what took place in Milan and in Turin, the Istituto Tecnico Toscano was not transformed into a Polytechnic for the training of engineers. The reasons for this non-development can be traced to the lack of "industrialist" propensities in the managerial group that emerged victorious from the "peaceful revolution" of 1859, to a desire for independence from the national academic system built on the Casati law, and to a local demand for engineering skills that was less dynamic than expected. Consequently, the prevailing winds were those of "normalisation" blowing from the government, the universities and the most prestigious Colleges of Engineers. Nevertheless, Florence continued to represent an important technological centre, especially in relation to railway infrastructures, public works, and the mechanical engineering industries (for example Pignone and Galileo). In the end it was not until one hundred years after unification that the city finally became the seat of a Faculty of Engineering.

Un sogno interrotto, la creazione di un istituto superiore di studi ingegneristici nella Firenze di fine Ottocento, è il tema attorno a cui ruotano i contributi raccolti in questo volume. Alla vigilia dell'Unità d'Italia Firenze è un promettente polo di studi politecnici, grazie all'esperienza del Corpo di Ingegneri di Acque e Strade, alla precocità delle costruzioni ferroviarie, all'importanza del settore minerario, alla solidità d'impianto dell'Istituto Tecnico Toscano. A differenza di ciò che accadde a Milano e a Torino, tuttavia, l'Istituto Tecnico Toscano non fu trasformato in un Politecnico deputato alla formazione degli ingegneri. Le ragioni di questo mancato sviluppo affondano nelle scarse propensioni «industrialiste» del gruppo dirigente uscito vittorioso dalla «rivoluzione pacifica» del 1859, nella volontà di autonomia rispetto al sistema scolastico nazionale costruito a norma della legge Casati, in una domanda locale di competenze ingegneristiche meno dinamica del previsto. Prevalsero così i venti di «normalizzazione» insufflati dal governo, dalle università e dai più prestigiosi Collegi di Ingegneri. Tuttavia Firenze continuò a rappresentare un importante polo tecnologico, specie in rapporto alle infrastrutture ferroviarie, alle opere pubbliche, alle industrie metalmeccaniche (si pensi al Pignone e alla Galileo): ma fu solo a cent'anni dall'Unità che la città divenne sede di una facoltà di Ingegneria.

Read more

Formats

Print

Publication year: 2010

Price: 14,90 €

Pages: 160

ISSN print: 2704-6478

ISBN: 978-88-6453-138-0

Add to chart

5% Discount (or more using a coupon)

PDF

Publication year: 2010

Pages: 160

ISSN online: 2704-5919

e-ISBN: 978-88-6453-142-7

DOI: 10.36253/978-88-6453-142-7

Download PDF

© 2010 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

XML

Publication year: 2010

ISSN online: 2704-5919

e-ISBN: 978-88-5518-898-2

DOI: 10.36253/978-88-6453-142-7

Download XML

© 2010 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

Featured books