Tu sei qui:HomeCollaneBiblioteca di Studi SlavisticiContributi italiani al XVI Congresso Internazionale degli Slavisti

Cita come:
A cura di: Ferro, M.; Salmon, L.; Ziffer, G.; 2018; Contributi italiani al XVI Congresso Internazionale degli Slavisti. Firenze, Firenze University Press.


Distributori


Indici e aggregatori bibliometrici

Contributi italiani al XVI Congresso Internazionale degli Slavisti

(Belgrado 20-27 agosto 2018)

A cura di:

Maria Chiara Ferro
Università degli Studi "G. D'Annunzio" Chieti - Pescara - ORCID: 0000-0002-9949-6856

Laura Salmon
Università degli Studi di Genova - ORCID: 0000-0002-2917-7630

Giorgio Ziffer
Università degli Studi di Udine - ORCID: 0000-0003-4943-6334

Informazioni su Autori e Curatori


Questa opera è in Open Access

Quest’opera è disponibile in
Open Access

vai alla “Open Access Policy”

Licenza d'uso
CC BY 4.0

I ventitré saggi contenuti nel volume rappresentano i contributi della delegazione italiana al XVI Congresso internazionale degli Slavisti, che si svolge a Belgrado nell’agosto del 2018. Scritti in italiano, inglese, russo e serbo, i saggi sono suddivisi in tre sezioni: linguistica, filologia e letterature slave. Come assai ampio è il ventaglio dei temi toccati, così è quantomai largo il loro arco cronologico, che dall’epoca pre- e protostorica arriva fino ai nostri giorni. Gli argomenti trattati si estendono in effetti dal protoslavo alle tradizioni scrittoria, linguistica e letteraria della civiltà slava ecclesiastica, dai rapporti linguistici e culturali fra Italia e Russia a un particolare dizionario illirico del Settecento. Nel settore della linguistica sincronica troviamo saggi in cui si approfondiscono questioni di dialettologia e sociolinguistica nell’area di confine tra Ucraina e Bielorussia, e poi i modi di esprimere il concetto di completezza in russo, alcuni costrutti concessivi del russo studiati con i metodi della ‘grammatica costruzionista’, un particolare aspetto dei sistemi verbali russo e bulgaro, e i diversi suffissi impiegati nella formazione delle coppie aspettuali nel dialetto resiano. In ambito letterario si spazia invece da Gumilev e Chlebnikov a saggi che parlano di letteratura ed ecologia, dagli scrittori armeni che scrivono in russo al poema neolatino Il canto del bisonte e ai riflessi umanistici e rinascimentali nella letteratura ucraina moderna, da una studiosa italiana di letteratura serba della prima metà del Novecento all’immagine della ‘donna forte’ nella letteratura serba dello stesso periodo. Con la loro varietà questi saggi offrono quindi nel loro insieme un’idea assai concreta di diversi degli attuali filoni di ricerca della slavistica italiana.

Leggi tutto

Supporti disponibili

Anno di edizione: 2018

Prezzo: 16,90 €

Pagine: 356

ISSN print: 2612-7687

ISBN: 978-88-6453-720-7

Aggiungi al carrello

Sconto del 10% (o superiori con un codice promozionale) per acquisti dal sito

Anno di edizione: 2018

Pagine: 356

ISSN online: 2612-7679

e-ISBN: 978-88-6453-723-8

Accedi all'opera

Accesso Aperto all'opera direttamente dalla piattaforma FUP
Licenza d'uso: CC BY 4.0

Titoli consigliati