Gli erbari aretini da Andrea Cesalpino ai giorni nostri

Export citation

Selected format

Usage statistics policy

  • 37Full-text Downloads

Cita come:
Edited by: Nepi, C.; Gusmeroli, E.; 2008; Gli erbari aretini da Andrea Cesalpino ai giorni nostri. Firenze, Firenze University Press.


Distributori


Indici e aggregatori bibliometrici

Gli erbari aretini da Andrea Cesalpino ai giorni nostri

Edited by:

Chiara Nepi
University of Florence, Italy

Enrico Gusmeroli
Provincia di Arezzo, Italy

+ More about the authors
DOI: 10.36253/978-88-8453-803-1 Series: Cataloghi e collezioni ISSN 2704-5854 (print) - ISSN 2704-6044 (online)

FUP Scientific Cloud for Books

© 2008 Author(s)
Published by Firenze University Press

Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

The production of this book has been made possible by the collaboration of a number of scholars and the generosity of the Arezzo Provincial Authority. It provides detailed descriptions of the contents of precious botanical collections amassed by natives of Arezzo, or simply conserved in institutions situated within the territory. The book provides an overview of both herbals of dried plants and painted herbals from the sixteenth century up to the present, starting from the one created in 1563 by the Arezzo doctor Andrea Cesalpino. The first herbal in the world to be organised through systematic criteria, this collection is now in the Botanical Section of the Florence University Museum of Natural History, together with another small eighteenth-century herbal produced by a pharmacist from Cortona, Agostino Coltellini. Conserved in Cortona itself is another eighteenth-century herbal, this one painted by Mattia Moneti, while in Castiglion Fiorentino and Poppi respectively are the intriguing collections of the Hortus siccus pisanus (18th century) and of the Biblioteca Rilliana (late 17th century). Also described in the book is a herbal from the Convent of La Verna (18th century) and the Egyptian herbal of Jacob Corinaldi (19th century), conserved in Montevarchi. Finally there are also the modern herbals, illustrating the continuity over time of a practice that is the foundation of all systematic study. The book is in fact rounded off by an anastatic reprint of the description of the Cesalpino herbal published in 1858, which is still a seminal work for studies such as those contained in this collection.

Questo volume, grazie alla collaborazione di vari studiosi e alla generosa disponibilità della Provincia di Arezzo, descrive in modo approfondito i contenuti di preziose collezioni botaniche realizzate da autori aretini o semplicemente conservate in istituzioni del territorio aretino. Dal XVI secolo ai giorni nostri, vengono passati in rassegna sia erbari di piante essiccate che erbari dipinti, a partire da quello allestito nel 1563 dal medico aretino Andrea Cesalpino. Primo erbario al mondo organizzato secondo criteri sistematici, questa collezione oggi si trova nella Sezione Botanica del Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze, insieme a un altro piccolo erbario settecentesco, realizzato da un farmacista cortonese, Agostino Coltellini. A Cortona è conservato invece l'erbario dipinto di Mattia Moneti sempre del XVIII secolo, mentre a Castiglion Fiorentino e a Poppi si trovano le interessanti collezioni, rispettivamente, dell'Hortus siccus pisanus (XVIII sec.) e della Biblioteca Rilliana (fine XVII sec.). Vengono descritti nel volume anche un erbario del Convento della Verna (XVIII sec.) e quello egiziano di Jacob Corinaldi (XIX sec.), conservato a Montevarchi. Non mancano, infine, gli erbari di oggi, a significare una continuità nel tempo di questa pratica che sta alla base di ogni studio sistematico. Il volume si conclude con l'anastatica della descrizione dell'erbario Cesalpino, pubblicata nel 1858 e ancora oggi chiave indispensabile per le ricerche in questa collezione. L'edizione elettronica è disponibile solo suddivisa in capitoli/sezioni
Rassegna stampa:
La Nazione-Arezzo, 12/02/2009: Gli erbari aretini da Andrea Cesalpino a oggi raccolti nel libro di Nepi e Gusmeroli

Read more

Keywords: Biologia, Botanica, Arezzo, Museo di storia naturale, Firenze

Formats

Print

Publication year: 2008

Price: 59,00 €

Pages: 208

ISSN print: 2704-5854

ISBN: 978-88-8453-765-2

Add to chart

5% Discount (or more using a coupon)

PDF

Publication year: 2008

Pages: 208

ISSN online: 2704-6044

e-ISBN: 978-88-8453-803-1

DOI: 10.36253/978-88-8453-803-1

Download PDF

© 2008 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

XML

Publication year: 2008

ISSN online: 2704-6044

e-ISBN: 978-88-5518-859-3

DOI: 10.36253/978-88-8453-803-1

Download XML

© 2008 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

Featured books