Lo sviluppo delle discipline

Export citation

Selected format

Usage statistics policy

  • 102Full-text Downloads

Download Extras

Cita come:
Orefice, P.; 2020; Lo sviluppo delle discipline. Firenze, Firenze University Press.


Distributori


Indici e aggregatori bibliometrici

Lo sviluppo delle discipline

Dall’indistinzione alla complessità

Paolo Orefice
University of Florence, Italy

+ More about the authors
DOI: 10.36253/978-88-5518-256-0 Series: Lectio Magistralis ISSN 2612-7725 (print) - ISSN 2704-5935 (online)

FUP Scientific Cloud for Books

© 2020 Author(s)
Published by Firenze University Press

Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

The birth and development of disciplines, as organized knowledge that guides the interpretation of reality, are inscribed in the heritage of the knowledge of our species. These follow the triple regulating principles of the historical flux of the meanings of feeling and thinking: cognitive potential, mental processing, intangible and tangible products. The flow from the indistinct feeling of the origins evolves through the archaic forms of the magic thought; to the ancient forms of declarative thought up to the modern forms of demonstrative thought. The latter with the separation between disciplines does not recognize the interconnection inherent in reality, loses the scientific revolution character and generates the unsustainable human development on the planet. From the global interconnection experience of the contemporary world, a new paradigm comes to life: transdisciplinarity, whose epistemology recomposes the knowledge and reality’s unity and diversity beyond the barriers between disciplines.

La nascita e lo sviluppo delle discipline, come sapere organizzato che guida l’interpretazione della realtà, si inscrivono nell’eredità dei saperi della nostra specie. Questi seguono il triplice principio regolatore del flusso storico dei significati del sentire e del pensare: potenziale di conoscenza, elaborazione mentale, prodotto tangibile e intangibile. Tale flusso, dal sentire indistinto delle origini evolve attraverso le forme arcaiche del pensiero magico alle forme antiche del pensiero dichiarativo fino alle forme moderne del pensiero dimostrativo, che con la separazione tra le discipline non riconosce l’interconnessione insita nella realtà, perde il carattere di rivoluzione scientifica e genera l’insostenibilità dello sviluppo umano sul pianeta. Dall’esperienza di interconnessione globale del mondo contemporaneo prende vita un nuovo paradigma: la transdisciplinarità, la cui epistemologia ricompone l’unità e diversità della conoscenza e della realtà al di là delle barriere tra le discipline.

Read more

Keywords: disciplines development, disciplinary relations, knowledge paradigms, complexity, transdisciplinarity, relational intelligence

Formats

PDF

Publication year: 2020

Pages: 72

ISSN online: 2704-5935

e-ISBN: 978-88-5518-256-0

DOI: 10.36253/978-88-5518-256-0

Download PDF

© 2020 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

XML

Publication year: 2020

ISSN online: 2704-5935

e-ISBN: 978-88-5518-257-7

DOI: 10.36253/978-88-5518-256-0

Download XML

© 2020 Author(s)
Content licence CC BY 4.0
Metadata licence CC0 1.0

  1. Aa.Vv. (1938), International Encyclopedia of Unified Science, Chicago.
  2. Agazzi E. (1990), Cultura scientifica e interdisciplinarità, La Scuola, Brescia.
  3. Agazzi A. (1972), I contenuti dell’approfondimento scolastico secondario e il problema dell’interdisciplinarità, in «La comunità scolastica», n. 2: 75-84.
  4. Agazzi A. (1972), I fondamenti concettuali dell’interdisciplinarità, in «Ricerche didattiche», n. 151-152: 13-23.
  5. Agazzi A. (1995), Le caratteristiche dei diversi saperi scolastici e l’interdisciplinarità, in Aa.Vv., Dimensioni attuali della professionalità docente, La Scuola, Brescia.
  6. Antiseri D. (1975), Breve nota epistemologica sulla interdisciplinarità, in «Orientamenti pedagogici», n. 4: 774-776.
  7. Antiseri D. (1981), Teoria unificata del metodo, Padova.
  8. Bachelard G. (1975), Il razionalismo applicato, Dedalo, Bari.
  9. Brockman J. (1995), La terza cultura. Oltre la rivoluzione scientifica, Garzanti, Milano.
  10. Cambi F., Cives G., Fornaca R. (1991), Complessità, pedagogia critica, educazione democratica, La Nuova Italia, Firenze.
  11. Carnap R. (1966), La costruzione logica del mondo, Fabbri, Milano.
  12. Cassirer E. (1961-1966), Filosofia delle forme simboliche, La Nuova Italia, Firenze.
  13. Cassirer E. (1968), Saggio sull’uomo, Armando, Roma.
  14. Gadamer H.G. (1983), Verità e metodo. Lineamenti di un’emermeneutica filosofica, Bompiani, Milano.
  15. Galeazzi G. (1978), L’interdisciplinarità: studi, ricerche e strumenti, in «Annali della Pubblica Istruzione», n.4-5.
  16. Garulli E. (a cura di) (1983). Filosofia e scienze della natura, Massimo, Milano.
  17. Giunti A. (1976), Ricerca e lavoro interdisciplinare, La Scuola, Brescia.
  18. Haidar J., Sánchez Guevara G. (2011), Arquitectura del sentido, Editoras México, Enah-Inah-conaculta-promep.
  19. Husserl E. (1968), La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale, Il saggiatore, Milano.
  20. Jonas H. (1990), Il principio di responsabilità, Einaudi, Torino.
  21. Laeng M. (1971), La ricerca interdisciplinare, in Laeng M., Educazione in prospettiva ’70, Armando, Roma: 9-34.
  22. Leoncini F. (a cura di) (1978), Il metodo interdisciplinare nella scuola, nel lavoro e nella politica, Liviana, Padova.
  23. Mari G. (1996), Educare dopo l’ideologia, La Scuola, Brescia.
  24. Mari G. (1998), Oltre il frammento. L’educazione della coscienza e le sfide del postmoderno, La Scuola, Brescia.
  25. Maritain J. (1963), Scienza e saggezza, Borla, Torino.
  26. Maritain J. (1974), I gradi del sapere. Distinguere per unire, Morcelliana, Brescia.
  27. Morin E. (1983), Il metodo. Ordine, disordine e organizzazione, Feltrinelli, Milano.
  28. Morin E. (1993), Introduzione al pensiero complesso, Sperling e Kupfer, Milano.
  29. Morin E. (2011), La sfida della complessità, a cura di A. Anselmo e G. Gembillo, Le Lettere, Firenze.
  30. Morin E. (2016), 7 lezioni sul pensiero globale, Raffaello Cortina Editore, Milano.
  31. Morin E. (2020), Cambiamo strada. Le 15 lezioni del coronavirus, Raffaello Cortina editore, Milano.
  32. Nagel E. (1972), La struttura della scienza, Feltrinelli, Milano.
  33. Negri A. (1972), Interdisciplinarità e tensione strutturalistica, in «Servizio Informazioni Avio», n. 5-6.
  34. Nicolescu B. (2013), From modernity to cosmodernity: science, culture, and spirituality, SUNY – State University New York Press.
  35. Nicolescu B. (2014), Il manifesto della transdisciplinarità, Armando Siciliano Editore, Messina.
  36. Nicolescu B. (2016), Le Tiers Caché dans les différents domaines de la connaissance, Bois d’Orion, France.
  37. Orefice P. (1984), Lo studio interdisciplinare nell’educazione, Lisciani & Giunti, Teramo.
  38. Orefice P. (2001), I domini conoscitivi. Origine, natura e sviluppo dei saperi dell’Homo sapiens sapiens, Carocci, Roma.
  39. Orefice P. (2006), La ricerca azione partecipativa. Teoria e pratiche, Voll.2, Liguori, Napoli.
  40. Orefice P. (2009), Pedagogia scientifica. Un approccio complesso al cambiamento formativo, Editori Riuniti University Press, Roma.
  41. Orefice P. (2011), Pedagogia sociale. L’educazione tra saperi e società, Bruno Mondadori, Milano.
  42. Paci E. (1963), Funzione delle scienze e significato dell’uomo, Il saggiatore, Milano.
  43. Penati G. (1976), Interdisciplinarità, La Scuola, Brescia.
  44. Pergolini R., Ventura B.M. (a cura di) (2001), Le discipline hanno un cuore semplice? Franco Angeli, Milano.
  45. Piaget J. (1965), Saggezza e illusioni della filosofia, Einaudi, Torino.
  46. Piaget J. (1976), La ricerca non ha fine, Armando, Roma.
  47. Piaget J. (1994), Le scienze dell’uomo, Laterza, Roma-Bari.
  48. Popper K.R. (1970), Logica della scoperta scientifica, Einaudi, Torino.
  49. Prigogine I., Stengers I. (1981), La nuova alleanza, Einaudi, Torino.
  50. Reale G. (1995), Saggezza antica. Terapia per i mali dell’uomo d’oggi, Cortina, Milano.
  51. Rosati L. (1993), Il tempo delle sfide. Educare nel postmoderno, La Scuola, Brescia.
  52. Russo Agresti T. (1974), Metodologia e didattica della programmazione interdisciplinare, Napoli.
  53. Russo Agresti T. (1976), Interdisciplinarità e scuola, Le Monnier, Firenze.
  54. Santelli Beccegato L. (1979), Pedagogia sociale e ricerca interdisciplinare, La Scuola, Brescia.
  55. Schlick M. (1986), Teoria generale della conoscenza, Franco Angeli, Milano.
  56. Semeraro R. (1982), L’interdisciplinarità nell’insegnamento, Le Monnier, Firenze.
  57. Snow C.P. (1970), Le due culture, Feltrinelli, Milano.
  58. Titone R. (1977), Dallo strutturalismo all’interdisciplinarità, Armando, Roma.
  59. Vico G. (1993), L’educazione frammentata, La Scuola, Brescia.
  60. Von Bertalanffy L. (1971), Il sistema uomo, Isedi, Milano.
  61. Von Bertalanffy L. (1977), Teoria generale dei sistemi, Milano.
  62. Wilson E.O. (1999), L’armonia meravigliosa. Dalla biologia alla religione la nuova unità della conoscenza, Mondadori, Milano.