Tu sei qui: Home Home PageIl libro della settimana: Child Sexual Abuse Inquiries and the Catholic Church: Reassessing the Evidence

Il libro della settimana: Child Sexual Abuse Inquiries and the Catholic Church: Reassessing the Evidence

di Virginia Miller

La Chiesa cattolica è stata recentemente oggetto di pesanti critiche da parte dei media nazionali e internazionali a causa, in gran parte, di "rivelazioni" apparentemente fornite da molteplici inchieste nazionali ufficiali sugli abusi sessuali su minori nella Chiesa cattolica in Irlanda, Stati Uniti, Paesi Bassi, Australia e attualmente nel Regno Unito. Centinaia, anzi migliaia, di preti cattolici sarebbero stati coinvolti in abusi sessuali su minori e si ritiene che la Chiesa abbia spesso nascosto atti di abusi sessuali su minori e abbia cercato di proteggere gli autori degli abusi piuttosto che le loro vittime. Se si deve credere ai media, gli abusi sessuali sui minori nella Chiesa cattolica esistono su vasta scala; certamente il danno reputazionale alla Chiesa cattolica è stato enorme. Tuttavia, ci si deve chiedere se questa frenesia mediatica globale rifletta i fatti; in effetti, riflette i fatti che sono stati portati alla luce da queste indagini. Questo libro fornisce una descrizione oggettiva e basata su prove della natura e della portata degli abusi sessuali sui minori nella Chiesa cattolica e della risposta della Chiesa cattolica a questo abuso, sulla base di un'analisi approfondita delle più influenti di queste indagini completate, vale a dire quelle condotte in Irlanda, Stati Uniti e Australia.

Sfortunatamente, il solito commento su questo argomento è spesso caratterizzato più da emozioni e ideologie (radicali o conservatrici) che da una questione da illuminare ricorrendo ai fatti e ai principi del ragionamento. In effetti, i lavori in questo settore sono inevitabilmente controversi in virtù della polarizzazione e politicizzazione del tema degli abusi sessuali sui minori nella Chiesa cattolica. In questo contesto, la ricerca oggettiva basata sull'evidenza è di fondamentale importanza. Inoltre, è necessaria una certa sensibilità a queste controversie. Pertanto, sono disposto a lavorare con la stampa per affrontare questi problemi, qualora dovessero sorgere. Tuttavia, per ribadire, questo libro si basa, in gran parte, sulle prove fornite dalle tre principali inchieste globali sugli abusi sessuali sui minori nella Chiesa cattolica condotte rispettivamente in Irlanda, Stati Uniti e Australia, vale a dire si basa sulle migliori prove disponibili . Sulla base di queste prove, delinea l'entità degli abusi sessuali sui minori nella Chiesa cattolica in Irlanda, Stati Uniti e Australia durante i periodi oggetto di queste indagini (all'incirca negli ultimi cento anni, ma soprattutto dagli anni '60 ad oggi).

La portata di questo abuso sessuale su minori è, non sorprendentemente, un'accusa schiacciante della Chiesa cattolica. Tuttavia, anche sulla base di queste prove, traggo due conclusioni che molti troveranno sorprendenti, soprattutto alla luce della copertura mediatica complessiva. In primo luogo, l'abuso sessuale sui minori nella Chiesa cattolica nei paesi esaminati, sebbene diffuso in particolare negli anni '60 e '70, è in gran parte un problema storico. In secondo luogo, una serie significativa di meccanismi di salvaguardia e altre iniziative, come i programmi di formazione, sono state introdotte nella Chiesa cattolica dagli anni '90. Inoltre, dato il forte calo delle accuse di episodi di presunti rapporti sessuali su minori dagli anni '90, nel complesso questi meccanismi sembrano essere stati efficaci nel frenare gli abusi sessuali sui minori. Detto questo, una serie di processi che la Chiesa cattolica ha messo in atto sembrano non essere stati efficaci. Ad esempio, la Chiesa cattolica ha fornito servizi psicologici e di consulenza ai delinquenti e questi, nel complesso, si sono dimostrati inefficaci in molti casi.

Buona lettura: https://fupress.com/catalogo/child-sexual-abuse-inquiries-and-the-catholic-church-reassessing-the-evidence/4781

Featured books