Tu sei qui: Home NewsIl libro della settimana: La libertà viene prima. La libertà come posta in gioco nel conflitto sociale

Il libro della settimana: La libertà viene prima. La libertà come posta in gioco nel conflitto sociale

a cura di Sante Cruciani

"Che cosa resta del socialismo?" Anche questo quesito deve trovare risposta in una ‘sinistra del progetto’. Certo, il socialismo non è più un modello di società compiuto o conosciuto, al quale tendere con l’azione politica quotidiana. Esso può essere concepito soltanto come una ricerca ininterrotta sulla liberazione della persona e sulla sua capacità di autorealizzazione, introducendo nella società concreta degli elementi di socialismo – le pari opportunità, il welfare della comunità, il controllo sull’organizzazione del lavoro, la diffusione della conoscenza come strumento di libertà – superando di volta in volta le contraddizioni e i fallimenti del capitalismo e dell’economia del mercato, facendo della persona, e non solo delle classi, il perno di una convivenza civile. (Dalla copertina della 1° Edizione)

La presente riedizione integra il volume del 2004 con una scelta di pagine inedite dai Diari e degli articoli pubblicati tra il 2000 e il 2006, anno in cui Trentin ebbe l’incidente da cui non riuscì a risollevarsi. In questo modo il lettore è introdotto nel ‘laboratorio intellettuale’ dell’autore che stava scrivendo La libertà viene prima e portato a conoscere una serie significativa di interventi in cui Trentin verifica e sviluppa i concetti presentati nell’opera, così da approfondirli e inquadrarli nella sua ricerca politica in una transnazionale.

Buona lettura: https://fupress.com/catalogo/la-liberta-viene-prima--la-liberta-come-posta-in-gioco-nel-conflitto-sociale-/4391

Featured books